Scontrino elettronico

Il 1° luglio 2019 entrerà in vigore il nuovo obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate e tra commercianti e consumatori.
Con il termine scontrino elettronico si fa riferimento alla memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, una delle novità introdotte con il Decreto Legislativo n. 127/2015, lo stesso che ha introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica.

La normativa

La nuova modalità di certificazione dei corrispettivi interessa tutti i soggetti che svolgono attività di commercio al minuto, ovvero coloro che vendono al pubblico e contestualmente rilasciano uno scontrino fiscale o ricevuta, come ad esempio alberghi, ristoranti, o negozi di vendita al pubblico.

A partire dal 1° luglio 2019 e, a seguire, da gennaio 2020, non vi sarà più l’obbligo di consegnare lo scontrino cartaceo, ma l’operazione sarà memorizzata e trasmessa telematicamente direttamente all’Agenzia delle Entrate, mediante appositi registratori di cassa telematici.

Modulo scontrino fiscale elettronico

Il modulo prevede la possibilità di garantire l’integrità dei documenti di tipo scontrino elettronico una volta emesso lo scontrino fiscale.
In particolare permette il dialogo con le casse fiscali di nuova generazione e definisce lo stato “Inviato a SDI” sul documento in WHERE ERP dopo la stampa.

Lo stato “Inviato a SDI” impedisce successive modifiche e riprese in gestione del documento, evitando così disallineamenti fra quanto memorizzato nel gestionale e quanto inviato, tramite chiusura di cassa, al sistema di interscambio. Il modulo attivo nelle procedure di vendita sarà visibile dalla procedura di consultazione Documenti.

Scarica il documento informativo

Download pdf

Contattaci per saperne di più

Vuoi maggiori informazioni sui prodotti o vuoi richiedere una demo gratuita?
I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori